top of page

COPPETTAZIONE - TRATTAMENTO DELLE DISARMONIE DELLO PSICHISMO

Aggiornamento: 21 dic 2022

Noi siamo fatti di emozioni. Noi tutti cerchiamo emozioni, sostanzialmente. È solo questione di trovare il modo di sperimentarle.

- AYRTON SENNA


Nella Medicina Tradizionale Cinese, tutto ciò che riguarda le attività mentali di un individuo è incluso nel termine Shen che viene tradotto come spirito, mente o anche energia mentale.

Lo Shen rappresenta l'insieme di tutte le attività psico-emozionali e spirituali dell'individuo.

Secondo la mtc lo Shen risiede nel cuore e, tramite il sangue, circola nell'organismo raggiungendo i vari organi. A livello di ciascun organo, lo Shen si tipizza assumendo le peculiarità del movimento di appartenenza:


- nel fegato diventa Hun: associato all'elemento legno, rappresenta l'inizio del movimento, la capacità di pianificazione e programmazione, lo spirito di intraprendenza e la capacità di iniziare l'azione;

- nella milza diventa Yi: associato all'elemento terra, è espressione di equilibrio e maturità e rappresenta la capacità di concentrazione e memorizzazione, la riflessione e il pensiero logico;

- nel polmone diventa Po: associato all'elemento metallo, rappresenta il movimento verso l'interno tradotto come capacità di capire e percepire se stessi (interiorizzazione);

- nel rene diventa Zhi: associato all'elemento acqua, è espressione di massima concretizzazione. Rappresenta la volontà come forza psichica che permette la realizzazione dei propri desideri e la concretizzazione dei propri scopi.



La disarmonia di un determinato organo, qualsiasi sia la causa, si manifesta con anomalie delle sue attività funzionali. Visto che ciascun organo, tra le varie funzioni, ha anche la sua attività psichica, le sue disarmonie possono manifestarsi anche con anomalie del movimento psichico.

Inoltre, le cosiddette cause interne di malattia (collera, gioia, riflessione, preoccupazione, tristezza, paura, spavento) tendono a colpire gli organi in maniera elettiva cioè un determinato fattore emozionale (quando diventa eccessivo e, quindi, patologico) tende a colpire primariamente il suo organo elettivo:


- la collera eccessiva tende a colpire elettivamente il fegato,

- la gioia eccessiva tende a colpire elettivamente il cuore,

- la riflessione eccessiva e la preoccupazione tendono a colpire elettivamente la milza,

- la tristezza eccessiva tende a colpire elettivamente il polmone,

- la paura eccessiva tende a colpire elettivamente il rene.


Le conseguenze sull'organo elettivo possono essere:


- anomalie del movimento psichico dell'organo;

- anomalie di altre funzioni dell'organo (somatizzazione).


In entrambi i casi, si può cercare di riequilibrare il sistema attraverso la coppettazione del corrispondente punto shu sul dorso.


I punti shu del dorso sono situati tutti dorsalmente ai lati della colonna vertebrale, corrispondendo ai punti del meridiano principale di vescica dal punto 13V al 30V. Il loro trattamento con la coppettazione consente di agire sull'organo ad essi collegato.






Lorenzo Biroli

- Specialista del Massaggio

- Operatore in Discipline bio-naturali

- Training Autogeno

- Counselor Umanistico


8 visualizzazioni0 commenti
bottom of page