MILZA - Vero e proprio laboratorio di trasformazione


In Medicina Cinese, la Milza viene denominata la "radice del Qi" (qi=energia). La sua funzione principale è infatti quella di estrarre energia e liquidi dal cibo e dalle bevande i quali, una volta raggiunto il cuore, danno origine anche al sangue. Quindi una disarmonia di Milza prolungata nel tempo può avere come effetto un deficit di Qi generale e un deficit di sangue.


La Milza ha anche la capacità di assimilare, elaborare e memorizzare le informazioni. Una Milza forte favorisce la concentrazione, la lucidità di pensiero e la chiarezza dei concetti. La sua debolezza si traduce invece nella difficoltà a concentrarsi e nella confusione mentale (pensieri ossessivi e rimuginío continuo): non a caso l'emozione legata alla Milza è la preoccupazione.


La Milza è coinvolta in tutti i processi di trasformazione come il passaggio da un lavoro ad un altro, il passaggio dalla giovinezza all'età adulta, il passaggio da un luogo ad un altro e, aspetto che stiamo per vivere tutti, il passaggio da una stagione ad un'altra.


Per maggiori approfondimenti riguardo all'organo Milza e al viscere ad essa associato (Stomaco) e alla loro correlazione con il cosiddetto elemento TERRA, consiglio il libro della collega Margherita Carli (Energia del cibo - Margherita Carli) - La quinta stagione in Medicina Tradizionale Cinese contenente anche utili riferimenti all'alimentazione energetica.


Nell'immagine, il punto MILZA sotto la pianta del piede: viste le fondamentali funzioni di quest'organo, non mi stupisce che la maggior parte delle persone (soprattutto le donne che sono legate simbolicamente alla Terra) riferisca dolore alla stimolazione della zona.

16 visualizzazioni0 commenti