L'INFLUENZA PSICO-ENERGETICA DELL’ATLANTE PARTE 2 (del maestro-ricercatore Tiziano Grandi)


ATLANTE E CENTRO RETRO-NUCALE


Un atlante disallineato può influenzare il nostro organismo mente-corpo in vari modi, creando modelli di stress e schemi mentali che impediscono all’energia di fluire liberamente dal centro retro-nucale al resto del nostro sistema nervoso centrale. Questo ha un effetto diretto sulla psiche e gli organi, poiché questa alterazione nervoso-energetica disturba la comunicazione interna del corpo e sconvolge tutto il sistema nervoso, perturbando così l’invio dei segnali appropriati all’intero organismo corpo-mente.

E’ bene ricordarsi che il sistema endocrino è regolato dal sistema nervoso, pertanto il funzionamento dell’uno può influenzare quello dell’altro. Questa disconnessione impedisce anche il corretto flusso energetico lungo la spina dorsale.


Con il riallineamento dell'atlante la comunicazione interna disturbata può tornare a funzionare perfettamente a tutti i livelli. Poiché l’atlante è situato in cima alla colonna vertebrale, le forze guaritrici del corpo si attivano per diminuire le risposte allo stress e aumentano di conseguenza la concentrazione e la centratura. Questo rende l’organismo più fluido e leggero. Il sistema muscolo-scheletrico viene riallineato, gli organi interni funzionano al meglio, i vecchi schemi di tensione psico-fisica si sciolgono, gli scompensi posturali diminuiscono e una quantità maggiore di energia è disponibile a tutti i distretti del corpo. Ciò è possibile perché il sistema nervoso centrale è ora in grado di trasmettere e ricevere gli impulsi nervosi corretti e l’energia può scorrere senza interruzioni.

52 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti