IL MASSAGGIO AMAZZONICO ALLA FIERA DEI MANGIARI DI MANTOVA (giugno 2022) - Osservazioni

Aggiornamento: 29 giu


Durante le faticose, soddisfacenti e formative 11 sere della FIERA DEI MANGIARI di Mantova, ho trattato, in media, 5 persone a sera per un totale di circa 55 persone. Ripetendo il MASSAGGIO AMAZZONICO con una frequenza così alta ho potuto fare diverse osservazioni:


1. non possiamo fare nulla per gli altri se gli altri non SE LO permettono per primi;


2. la fonte della sofferenza è la resistenza (per lo più inconscia) al cambiamento;


3. affidandoci completamente agli altri, i nostri presunti problemi rimangono irrisolti;


4. tutti (chi più, chi meno) siamo abitati da una paura esistenziale: le paure specifiche (es. paura di non essere all'altezza, paura dell'ignoto, paura della malattia ecc...) sono una manifestazione (in superficie) della paura esistenziale (che è profonda);


5. se dai alla mente un riferimento (immagine) che suscita uno stato d'animo (rilassamento/abbandono), il corpo segue di buona lena;


6. un profondo rilassamento permette all'organismo di svolgere funzioni di pulizia e rimozione di tensioni che ne ostacolano il funzionamento.


RINGRAZIO:

- Tella Tellina e Cristiano Leonardi da cui è partita l'idea/scommessa di presenziare alla Fiera - Melissa e Francesca per la buona gestione dell'evento - lo staff del vicino stand di Marco Post per il supporto e la spassosa compagnia - tutti gli amici che sono venuti a trovarmi mantenendo alta la motivazione e facendo foto/video

9 visualizzazioni0 commenti