CATARSI - La fiducia e l'ascolto favoriscono la liberazione di traumi e conflitti

Può succedere che, durante il Massaggio Californiano (e non solo), vista la natura delle sue manovre dolci ed estese, emergano delle emozioni e dei vissuti che non è detto corrispondano necessariamente a lacrime di tristezza; potrebbero essere risate di gioia oppure rabbia, risentimento, amarezza, malinconia, paura, preoccupazione...


Quando ciò accade, è una grande opportunità: il/la ricevente può vivere le proprie emozioni in un luogo protetto e al "riparo" dal giudizio dei cosiddetti "altri".

Anche per l'operatore, se è nel flusso, è un buon momento perchè può vivere, anche se indirettamente, le stesse emozioni condividendo la catarsi in atto.



Può anche succedere che il/la ricevente esprima la volontà di rimanere solo/a: è una volontà che va rispettata.


Qualunque sia la dinamica, un'emozione che si libera affiorando in superficie rappresenta sempre un momento magico, di grande intimità, disponibilità e fiducia.



LORENZO BIROLI

- Specialista del Massaggio

- Operatore in Discipline Bio-naturali

- Counselor Umanistico

0 visualizzazioni0 commenti