top of page

COPPETTAZIONE - Quando è controindicata?

La miglior medicina è la salute.

- MIRKO BADIALE


Vista la notevole mobilitazione di sangue, liquidi e qi (energia), ci sono casi in cui è meglio evitare la pratica della Coppettazione.


La Coppettazione è controindicata:

  • nelle malattie gravi e debilitanti (insufficienza cardiaca, insufficienza renale, gravi epatopatie, neoplasie, malattie degenerative, malattie convulsive);

  • per le persone molto debilitate (qualsiasi sia la causa);

  • nelle malattie del sangue (malattie emorragiche, emofilia, porpore, trombo-embolismi, leucemie, linfomi ecc..);

  • per le persone che fanno uso di farmaci anti-coagulanti;

  • per le donne in gravidanza;

  • in caso di febbre;

  • nei casi di dermatosi in generale;

  • su cute lesa (ferite, abrasioni ecc..)

  • sulle bruciature solari;

  • per le persone con la pelle flaccida (anziani, persone molto magre);

  • sugli arti inferiori (nel caso di insufficienza venosa, vene varicose, fragilità capillare);

  • su eminenze ossee troppo pronunciate;

  • subito dopo pranzo;

  • subito dopo una giornata molto intensa di lavoro o stress fisici intensi.

Nelle 24 ore che seguono il trattamento, è altamente raccomandabile evitare il consumo di formaggi e latticini ed evitare attività pesanti e faticose.




Lorenzo Biroli


- Specialista del Massaggio

- Operatore in Discipline bio-naturali

- Training Autogeno

- Counselor Umanistico




37 visualizzazioni0 commenti
bottom of page